Iniziative a sostegno delle imprese

A seguito dell’emanazione del Decreto-legge Liquidità n. 23 dell’8 aprile 2020, convertito nella legge n. 40 del 5 giugno 2020, sono state introdotte misure urgenti per favorire l’accesso al credito di imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di Partita IVA, per sostenere la continuità aziendale con il sostegno delle seguenti garanzie concesse dallo Stato:

  • il Fondo di Garanzia
  • la Garanzia SACE SpA (clicca qui per ulteriori approfondimenti)

Le richieste di finanziamento sono soggette alla valutazione del merito creditizio di imprebanca.

Al fine di prevenire e tutelare la salute delle persone, evitando assembramenti e garantendo la distanza minima tra le persone, si avvisa la gentile Clientela che l’ingresso all’interno dei locali della Banca è consentito preferibilmente su appuntamento. Gli interessati a formulare richieste di finanziamento possono seguire le istruzioni di seguito riportate e, solo in caso di ulteriori approfondimenti, possono fissare un appuntamento online con un nostro esperto cliccando qui.

Quali sono i finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia

Sono previste tre opzioni di finanziamento a cui associare la garanzia del Fondo di Garanzia, che è possibile scegliere in base alle proprie caratteristiche ed esigenze finanziarie, sia di liquidità a breve termine sia per finanziare investimenti:

  • finanziamento fino a 30.000 euro per: PMI, artigiani, professionisti o chi in generale esercita un’attività d’impresa, comprese le persone fisiche in possesso di Partita IVA che esercitano arti e professioni per le quali non è prevista l’iscrizione ad un Albo o Ordine Professionale riconosciuto, associazioni professionali e società tra professionisti; persone fisiche (imprese individuali, professionisti e studi professionali) esercenti attività di cui alla sezione K del codice ATECO, come da ultimo aggiornamento normativo (L 126/2020 di conversione DL 104/2020);
  • finanziamento per PMI con fatturato fino a 3,2 milioni di euro;
  • finanziamento fino a 5 milioni di euro per PMI e MID Cap fino a 499 dipendenti.

Per accedere ai finanziamenti è necessario essere iscritti al Registro delle Imprese oppure, nel caso di un professionista, essere iscritti agli ordini professionali o essere aderente ad associazioni professionali iscritte all'apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’erogazione dei finanziamenti ex DL n° 23 dell’08/04/2020 convertito in Legge n° 40 del 05/06/2020 avverrà su un conto corrente dedicato in presenza di sconfino o affidamento in conto corrente (vedi Foglio Informativo n°55 IB-IMPRESE).

Finanziamento fino a 30.000 euro

La garanzia del Fondo di Garanzia per finanziamenti fino a 30.000 euro è gratuita, copre il 100% del finanziamento ed è concessa automaticamente attraverso modalità semplificate.
Si può richiedere per nuovi finanziamenti con le seguenti caratteristiche:

  • durata massima di 180 mesi
  • preammortamento non inferiore a 24 mesi,
  • condizioni di tasso di favore previste dal Decreto Liquidità n. 23/2020
  • importo non superiore a uno dei seguenti parametri alternativi tra loro:
    • 25% del fatturato 2019;
    • doppio della spesa salariale annua (inclusi oneri sociali e costo del personale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile come risultante da ultimo bilancio o da dichiarazione fiscale presentati alla data di presentazione della domanda ovvero da autocertificazione.  Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività.

Possono essere richiesti più finanziamenti per azienda, purché l'importo complessivo richiesto non sia superiore ai parametri di cui sopra e comunque non superiore ai 30.000 euro.

Come richiedere il finanziamento?

Se sei cliente imprebanca, titolare di Partita IVA, puoi richiedere il finanziamento, senza andare in succursale, inviando tutti i documenti qui sotto riportati alla casella di posta certificata (PEC) imprebanca@legalmail.it

  • Copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente del finanziamento
  • Ultimo bilancio depositato oppure ultimo modello unico certificato disponibile
  • Per le imprese nate dopo l’1 gennaio 2019, oppure in tutti gli altri casi precedenti, in assenza di bilancio o dichiarazione contabile necessaria per determinare il fatturato o il costo salariale annuo, autodichiarazione di seguito allegata
  • Iscrizione all’Albo o all'Ordine Professionale riconosciuto se sei un libero professionista
  • Allegato 4 bis Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale
  • Modulo richiesta finanziamento

Se non sei cliente, contatta telefonicamente la succursale a te più comoda per fissare un appuntamento

Se hai già richiesto un finanziamento fino a 25.000 euro, prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del “Decreto Liquidità” n.23 dell’8.4.2020 puoi richiedere:

  • l’estensione della durata del finanziamento originario
  • l’aumento dell’importo finanziato con un nuovo finanziamento aggiuntivo
  • l’estensione della durata del finanziamento originario e l’aumento dell’importo finanziato con un finanziamento aggiuntivo

Per maggiori informazioni ti preghiamo di rivolgerti presso la Succursale.

 

Quanto costa il finanziamento?

Per maggiori informazioni rivolgiti alla tua succursale di riferimento.

La concessione del finanziamento è soggetta alla valutazione della banca.

 

Finanziamento imprese con fatturato fino a 3.200.000 euro

I finanziamenti sono garantiti gratuitamente fino al 90% dal Fondo Centrale di Garanzia, estendibile al 100% con intervento di un Confidi.

Per poterla richiedere, il finanziamento deve essere nuovo e avere le seguenti caratteristiche:

  • durata massima di 72 mesi
  • fino a 24 mesi di preammortamento
  • importo non superiore a uno dei seguenti due parametri, alternativi tra loro:
    • importo non superiore al 25% del fatturato 2019
    • il doppio della spesa salariale annua (inclusi oneri sociali e costo del personale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività.

Come richiedere il finanziamento?

Per richiedere il finanziamento, se già sei nostro cliente, si deve inviare una pec a imprebanca@legalmail.it allegando i seguenti documenti indicati nella check list.

Quanto costa il finanziamento?

Per maggiori informazioni rivolgiti alla tua succursale di riferimento.

Se non sei cliente, contatta telefonicamente la succursale a te più comoda per fissare un appuntamento

La concessione del finanziamento è soggetta alla valutazione della banca.

 

Finanziamento fino a 5.000.000 euro

I finanziamenti fino a 5.000.000 euro sono garantiti da SACE, autorizzata a rilasciare garanzie sul 90% del valore del finanziamento per le imprese da 250 e sino a 499 dipendenti.

Si può richiedere per nuovi finanziamenti con le seguenti caratteristiche:

  • durata massima di 72 mesi
  • fino a 24 mesi di preammortamento
  • importo non superiore a uno dei seguenti tre parametri, alternativi tra loro:
    • il 25% del fatturato 2019
    • il doppio della spesa salariale annua (inclusi oneri sociali e costo del personale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività.
    • il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi, nel caso di piccole e medie imprese, e nei successivi 12 mesi, nel caso di imprese con numero di dipendenti inferiori a 500. In questo caso è necessario presentare una apposita autocertificazione che attesti questo fabbisogno.

Come richiedere il finanziamento?

Per richiedere il finanziamento, se già sei nostro cliente, si deve inviare una pec a imprebanca@legalmail.it allegando i seguenti documenti indicati nella check list.

Quanto costa il finanziamento?

Per maggiori informazioni rivolgiti alla tua succursale di riferimento.

Se non sei cliente, contatta telefonicamente la succursale a te più comoda per fissare un appuntamento

La concessione del finanziamento è soggetta alla valutazione della banca.

 

Fondo di Garanzia in caso di Finanziamenti già in essere 

E’ possibile accedere alla garanzia del Fondo, con copertura dell’80% in garanzia diretta, per operazioni di rinegoziazione di finanziamenti esistenti, a condizione che sia prevista la contestuale erogazione di credito aggiuntivo pari ad almeno il 10% dell’importo del debito rinegoziato, ovvero, per i finanziamenti deliberati in data successiva alla data di entrata in vigore della legge di conversione del “Decreto Liquidità” n.23 dell’8.4.2020, in misura pari ad almeno il 25%.
Il finanziamento in essere sarà sostituito dal nuovo finanziamento.
La legge 40/2020 stabilisce una riduzione del tasso di interesse nel nuovo finanziamento rispetto al tasso di interesse sul finanziamento oggetto di rinegoziazione o consolidamento (tasso medio in caso di più finanziamenti). La Banca è tenuta a trasmettere al gestore del Fondo una dichiarazione che attesti la riduzione del tasso di interesse applicata, sul nuovo finanziamento garantito, per effetto della sopravvenuta concessione della garanzia.
Si evidenzia che in caso di finanziamento in essere rimane sempre possibile richiederne la rinegoziazione anche senza accedere alla garanzia del Fondo.

Proroga moratorie (sospensione quota capitale fino al 31/12/2021) ex DL 73 del 25/05/2021

Le PMI che alla data di entrata in vigore del DL 73 del 25/05/2021 già beneficiavano delle misure di sostegno previste dall'articolo 56, comma 2 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, (DL Cura Italia) e successive modifiche e integrazioni, con comunicazione, redatta secondo il format sotto scaricabile, da far pervenire al soggetto finanziatore entro il 15 giugno 2021 possono richiedere la proroga del termine delle predette misure di sostegno, limitatamente alla sola quota capitale ove applicabile, fino al 31 dicembre 2021.

Compilare e inviare il modulo allegato tramite pec all’indirizzo ib.moratorie@legalmail.it

 

Per le risposte alle domande più frequenti (FAQ) in merito alle iniziative per le Imprese clicca sul link https://www.mef.gov.it/covid-19/faq.html

 

Il personale è sempre disponibile ai consueti contatti telefonici o mezzo e-mail

Succursale 1 – Cola di Rienzo
Telefono: +39 06.684106 236 /237
e-mail: succursale1@imprebanca.it

Succursale 2 – Properzio
Telefono: +39 06.684106 244/245
e-mail: succursale2@imprebanca.it

Succursale 3 – Testaccio
Telefono: +39 06.57289834
e-mail: succursale3@imprebanca.it

Succursale 5 – Arenula
Telefono: +39 06.68308407
e-mail: succursale5@imprebanca.it